Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 43 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterą di accedere ai servizi del sito.


 
Diabete troppo trattato negli anziani?
Pubblicato da dzamperini in data 20/10/2015 00:00
Medicina Clinica
 Come deve essere trattato il diabetico anziano?



In una pillola precedente abbiamo visto che negli anziani l'ipoglicemia può essere più pericolosa dell'iperglicemia [1].


A questa considerazione va aggiunto che una revisione Cochrane conferma che la terapia ipoglicemizzante intensiva non riduce le maggiori complicanze macrovascolari del diabete tipo 2, anche se potrebbe essere utile per le complicanze microvascolari [2].


Per questo in una precedente occasione concludevamo che ci sembrava ragionevole seguire quanto raccomandato, in merito, dalle linee guida e perseguire un target glicemico ambizioso solo in pazienti selezionati[3]: diabetici giovani, di nuova diagnosi e con lunga aspettativa di vita.

E' possibile infatti che in questi pazienti le arterie siano "relativamente sane" e le alterazioni aterosclerotiche non si siano ancora instaurate o siano comunque in fasi non avanzate per cui è più probabile che un equlibrio glicemico più stringente ottenga benefici clinici che sono invece difficili da raggiungere in pazienti più anziani e con diabete di più lunga durata, in cui l'albero vascolare è più compromesso.

Insomma, importante è personalizzare il trattamento [4].


A conferma della bontà di questa impostazione si può citare un recente studio osservazionale [5] effettuato a San Francisco su 376 anziani diabetici (età media 80 anni) viventi in comunità ma non indipendenti.

Il disegno di questo studio non può escludere fattori di confondimento, tuttavia mostra che in questi pazienti un livello di emoglobina glicata compreso tra 8% e 9% era associato ad una minor incidenza di declino funzionale e di morte rispetto a chi aveva livelli compresi tra 7% e 8%. Inoltre chi aveva livelli inferiori al 7% mostrava chiaramente una maggior incidenza di declino funzionale e di morte.


Eppure, nonostante linee guida ed evidenze di letteratura, sembra che il diabete tipo 2 negli anziani sia ancora trattato troppo intensivamente per quanto riguarda l'equilibrio glicemico.

Così almeno risulta dalla valutazione dei dati NHANES 2001-2010 da cui sono stati scelti 1300 diabetici di età maggiore o uguale a 65 anni rappresentativi della realtà nazionale statunitense.

Si è visto che in circa il 60% dei casi l'emoglobina glicata era inferiore al 7%. Secondo gli autori più della metà dei soggetti esaminati era potenzialmente soggetta a grave ipoglicemia dovuta al trattamento effettuato.


Che dire?

Come spesso accade le raccomandazioni della letteratura impiegano tempo prima di essere tradotte nella pratica clinica.

Non possiamo, però, che concludere con quanto già scrivemmo in precedenti occasioni: nei diabetici anziani, fragili e/o con importanti comorbilità una terapia ipoglicemizzante troppo aggressiva può comportare più rischi che benefici e conviene considerare un target di emoglobina glicata meno impegnativo. Secondo i risultati dello studio di Yau e coll. [5] potrebbe essere ragionevole un valore compreso tra 8% e 9%. Va considerato però che in questo studio erano arruolati anziani con un'età media di 80 anni e che, pur vivendo in comunità, non erano indipendenti. Perciò questi risultati potrebbero non essere validi per anziani più giovani, dotati di buona autonomia, nei quali si potrebbero considerare valori gli emoglobina glicata più bassi (attorno a 7,5%-8%), a meno che non si tratti di pazienti con importanti fattori di rischio per ipoglicemia (insufficienza renale, precedenti crisi ipoglicemiche, etc.).




Renato Rossi



Bibliografia



1. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=6100


2. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=5966


3. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=5568


4. Inzucchi SE et al. Management of hyperglycemia in type 2 diabetes: A patient-centered approach. Position statement of the American Diabetes Association (ADA) and the European Association for the Study of Diabetes (EASD). Diabetes Care 2012 Jun; 35:1364.

5. Yau CK et al. Glycosylated hemoglobin and functional decline in community-dwelling nursing home–eligible elderly adults with diabetes mellitus. J Am Geriatr Soc 2012 Jul; 60:1215.

6. Lipska KJ ei al. Potential Overtreatment of Diabetes Mellitus in Older Adults With Tight Glycemic Control. JAMA Intern Med. Pubblicato online il 12 gennaio 2015.

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.63 Secondi