Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 12 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterà di accedere ai servizi del sito.


 
Sicurezza della atorvastatina ad alti dosaggi
Pubblicato da dzamperini in data
Medicina Clinica


L’assunzione di 80 mg al giorno di Atorvastatina ha significativi benefici per la prevenzione primaria e secondaria delle malattie cardiovacolari e cerebrovascolari. 
Poiché non sono state fatte metanalisi focalizzate sul profilo di sicurezza della atorvastatina 80 mg/die, gli autori di questo studio osservazionale hanno voluto valutare la tollerabilità e gli eventi avversi (EA) di questo farmaco a questo dosaggio. 


Dopo una ricerca su: Cochrane Library, EMBASE e PubMed databases per trials clinici randomizzati fino a Luglio 2015, gli endpoints di sicurezza includevano l’incidenza di sospensione per EA, il rialzo dei valori delle transaminasi, il rialzo dei valori della creatinchinasi (CPK), la mialgia e la rabdomiolisi. E’stata condotta anche una analisi per sottogruppi secondo la lunghezza del follow-up e le condizioni cliniche. 

Risultati: 

Sono stati inclusi i dati derivanti da 17 trials clinici randomizzati che avevano coinvolto 21.910 partecipanti. L’analisi combinata ha mostrato che la atorvastatina a 80 mg/die era meno tollerata [risk ratio (RR) 1.29, 95 % intervallo di confidenza (IC) 1.17-1.42] e ad aumentato rischio di rialzo delle transaminasi (RR 4.59, 95 % IC 3.26-6.48) rispetto ai controlli. Non sono state riscontrate differenze significative tra i due gruppi in termini di incidenza di rialzo del CPK (RR 1.38, 95 % IC 0.97-1.95), di mialgia (RR 1.06, 95 % IC 0.93-1.20), e di rabdomiolisi (RR 0.67, 95 % IC 0.19-2.36).
Gli autori concludono che i pazienti trattati con 80 mg al dì di atorvastatina, specialmente pazienti con malattia arteriosa coronarica (MAC), avevano un rischio più elevato di rialzo dei valori delle transaminasi, la qualcosa non si era osservata se l’esposizione dei pazienti era inferiore alle 16 settimane.
La atorvastatina 80 mg/die è meno tollerata rispetto ai controlli, specialmente in pazienti con MAC, ma è stato trovato un complessivo profilo di tollerabilità favorevole se l’esposizione dei pazienti è inferiore alle 52 settimane. 

Fonte: 

Safety Profile of Atorvastatin 80 mg: A Meta-Analysis of 17 Randomized Controlled Trials in 21,910 Participants. Li H e coll. Drug safety. 2016 May;39(5):409-19. doi: 10.1007/s40264-016-0394-0.

Commento di Patrizia Iaccarino:

Nel febbraio 2012, la FDA ha disposto che dal foglietto illustrativo delle statine fosse rimosso l’avviso concernente il periodico controllo delle transaminasi in coloro che usavano statine, lasciandone la necessità solo prima dell’inizio terapia e quando fossero sopraggiunti problemi clinici, poiché un grave danno epatico con le statine era raro. 
Da questo studio, invece, si evince che con la atorvastatina ad alti dosaggi il problema potrebbe ripresentarsi, per cui nasce la domanda se non sia, invece, il caso di controllare i valori delle transaminasi in pazienti che assumono atorvastatina 80 mg dopo 16 settimane. 

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.49 Secondi