Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 12 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterą di accedere ai servizi del sito.


 
Cortisone nella sepsi grave
Pubblicato da dzamperini in data
Medicina Clinica


Nello studio HYPRESS l'uso di idrocortisone nei pazienti con sepsi grave non ha ridotto l'evoluzione verso lo shock settico, ma alcuni punti come l'uso di basse dosi di steroide e il tipo di casistica del trial lasciano ancora aperta la questione.


Nei pazienti con sepsi grave può svilupparsi uno stato di shock settico pericoloso per la vita.

L'uso precoce di corticosteroidi è in grado di ridurre il rischio di evoluzione verso lo shock settico? 

Si tratta di una domanda del tutto lecita visto che l'idrocortisone viene raccomandato nel trattamento dei pazienti affetti da shock settico refrattario.

Uno studio clinico randomizzato e controllato, denominato HYPRESS, ha arruolato 380 pazienti affetti da spesi grave ma non in stato di shock (definito come presenza di ipotensione o necessità di usare farmaci vasopressori per almeno 4 ore).

I pazienti, dopo randomizzazione, sono stati trattati con infusione continua di idrocortisone 
(bolo iniziale di 50 mg, poi 200 mg /die per 5 giorni seguiti da dosi decrescenti fino all'undicesimo giorno) oppure placebo.

Non si sono registrate differenze tra i due gruppi per quanto riguarda lo sviluppo di shock settico.
Neppure la mortalità, sia intra-ospedaliera che a 28, 90 e 180 giorni, differiva tra i due gruppi.

Nel gruppo trattato con idrocortisone si aveva un maggior rischio di sviluppo di infezioni secondarie (21,5% versus 16,9%), di debolezza muscolare (30,7% versus 23,8%) e di iperglicemia (90,9% versus 81,5%).

Gli autori concludono che questi risultati non permettono di raccomandare l'uso dell'idrocortisone nei pazienti con grave sepsi ma senza segni di shock settico.

Che dire?

Bisogna notare che nel trial sono state usate basse dosi di idrocortisone: dosi più elevate potrebbero essere efficaci? La domanda potrà avere una risposta solo in seguito ad un altro studio disegnato ad hoc.
Inoltre nello studio sono stati arruolati pazienti con sepsi grave ma non con segni di shock e questo limita la trasferibilità dei risultati ad un sottogruppo ben specifico.

Un editoriale sottolinea che dare raccomandazioni circa l'uso degli steroidi nella sepsi grave e negli stati correlati è difficile.
In generale, ricorda l'editoriale, le linee guida consigliano gli sterodi quando la terapia con fludi e con agenti vasopressori è inefficace a riportare un adeguato stato emodinamico [2].



Renato Rossi




Bibliografia

1. Keh D et al. for the SepNet–Critical Care Trials Group. Effect of Hydrocortisone on Development of Shock Among Patients With Severe Sepsis.The HYPRESS Randomized Clinical Trial
JAMA 2016 Nov 1;316:1775-1785. 

2, Yende S et al. Evaluating glucocorticoids for sepsis. Time to change course. JAMA 2016 Nov 1; 316:1769-1771.

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.49 Secondi