Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 16 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterą di accedere ai servizi del sito.


 
Steroidi inalatori nell'asma lieve
Pubblicato da dzamperini in data
Medicina Clinica


Un'analisi a posteriori dello studio START suggerisce che l'uso precoce dello steroide inalatorio nell'asma lieve riduce il rischio di riacutizzazioni gravi e rallenta il declino della funzinalità polmonare indipendentemente dalla freqeuzna dei sintomi al baseline.


 Nei casi di asma lieve intermittente viene consigliato solo un beta-agonista a breve durata d'azione da usare al bisogno in caso di sintomi.
Nel caso di asma lieve persistente (per esempio più di due giorni alla settimana con presenza di sintomi) il trattamento di prima scelta è rappresentato da uno steroide inalatorio a basse dosi; in alternativa: sodio cromoglicato, nedocromile, un farmaco che agisce sui leucotrieni [1].

Partendo da queste considerazioni uno studio si è proposto di valutare quale sia il criterio migliore per decidere, in base ai sintomi, se iniziare o meno lo steroide inalatorio [2].

Per far questo gli autori hanno effettuato un'analisi a posteriori dello studio START (Steroid Treatment As Regular Therapy), un trial randomizzato e controllato in cui erano stati arruolati 7241 pazienti affetti da asma lieve da non più di due anni e che non assumevano steroidi inalatori con regolarità [3]. I partecipanti vennero randomizzati a budesonide (200 μg/die per i soggetti con meno di 11 anni e 400 μg/die per gli altri) oppure placebo per 3 anni. Dopo tale periodo tutti i partecipanti vennero trattati con budesonide per due anni.
Si vide che il trattamento precoce con budesonide riduceva il rischio di riacutizzazioni gravi e la necessità di usare farmaci antiasmatici addizionali non solo durante il primo periodo di tre anni ma per l'intero follow up di cinque anni.

Nell'analisi e posteriori recensita in queata pillola si è visto che la riduzione degli eventi asmatici gravi, il rallentamento del declino della funzionalità respiratoria e il miglioramento del controllo dei sintomi associato all'uso precoce della budesonide era presente in tutti i sottogruppi di soggetti esaminati [3].
In altre parole i benefici dell'inizio precoce della terapia con budesonide era evidente sia in chi aveva sintomi asmatici per un giorno o meno alla settimana, sia in chi aveva sintomi per due giorni alla settimana sia in chi aveva sintomi per più di due giorni alla settimana.

Gli autori concludono che questi risultati non giustificano le raccomandazioni delle linee guida di usare gli steroidi inalatori nell'asma lieve solo se sono presenti sintomi per più di due giorni alla settimana. Infatti la budesonide riduceva il rischio di riacutizzazioni gravi richiedenti steroidi per os o per via sistemica del 52% in chi aveve al baseline sintomi per 0-1 giorni alla settimana, del 44% in chi aveva sintomi per due giorni alla settimana e del 34% in chi aveva sintomi per più di due giorni alla settimana.

Che dire?

Lo studio è un'analisi a posteriori e per sottogruppi con i ben noti limiti di questo tipo di analisi, tuttavia i risultati non possono essere ignorati.
Rimane la domanda se nelle forme di asma lieve si debba iniziare precocemente l'uso degli steroidi inalatori con lo scopo di ridurre le riacutizzazioni, migliorare la sintomatologia e rallentare il decadimento funzionale polmonare.
Per una risposta puntuale dovrebbero essere disegnati studi randomizzati e controllati con questo specifico scopo.
Per il momento spetterà al medico decidere caso per caso, sapendo che purtroppo la medicina basata sulle prove non può risolvere tutte le incertezze. 


Renato Rossi


Bibliografia

1. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=6092

2. 3. Busse WW et al. The Inhaled Steroid Treatment As Regular Therapy in Early Asthma (START) study 5-year follow-up: effectiveness of early intervention with budesonide in mild persistent asthma.
J Allergy Clin Immunol. 2008 May;121):1167-74

3. Reddel HK et al. Should recommendations about starting inhaled corticosteroid treatment for mild asthma be based on symptom frequency: a post-hoc efficacy analysis of the START study.
Lancet. Pubblicato online il 29 novembre 2016.

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.54 Secondi