Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 15 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterą di accedere ai servizi del sito.


 
Quali farmaci antipertensivi nel diabetico?
Pubblicato da dzamperini in data
Medicina Clinica


  Una metanalisi ha valutato quali siano gli effetti su endpoint clinici hard del trattamento con vari farmaci antipertensivi nei diabetici senza nefropatia.


Quali siano i farmaci antipertensivi di scelta nel paziente diabetico rimane oggetto di discussione, tant'è che le raccomandazioni delle linee guida sono discordanti.

Partendo da queste considerazioni alcuni autori hanno effettuata una metanalisi che ha paragonato i farmaci antipertensivi agenti sul sistema renina-angiotensina (aceinibitori e sartani) con gli altri farmaci ipotensivi [1].

Essi iniziano citando le linee guida 2015 dell'American Diabetes Association e quelle 2013 dell'American Society of Hypertension/International Society of Hypertension che privilegiano, come farmaci di prima scelta, i farmaci agenti sul sistema renina-angiotensina. 
Per contro le linee guida 2013 dell'European Society of Cardiology/European Society of Hypertension e quelle 2014 del VIII Joint National Committee USA raccomandano l'uso di qualsiasi farmaco ipotensivo in grado di ridurre la pressione arteriosa, privilegiando aceinibitori e sartani in caso di presenza di nefropatia.

Sono essenzialmente queste le ragioni che giustificano la metanalisi recensita in questa pillola. In essa sono stati considerati 19 studi clinici randomizzati e controllati per un totale di oltre 25.000 soggetti arruolati.

Si è evidenziato che non c'era una differenza statisticamente significativa tra farmaci che agiscono sul sistema ranina-angiotensina e altri farmaci ipotensivi per quanto riguarda endpoint hard: mortalità totale, mortalità cardiovascolare, infarto miocardico, angina, ictus, scompenso cardiaco, nefropatia terminale.

Gli autori, ammettendo alcune limitazioni tra cui quella di aver escluso molti trials in cui erano arruolati diabetici con nefropatia perchè si trattava di studi in cui il confronto era con il placebo, concludono che nei diabetici senza segni di nefropatia si possono usati anche altri farmaci antipertensivi oltre agli aceinibitori e ai sartani.


In ogni caso la discussione appare più teorica che pratica: è noto infatti che in molti casi non ci si potrà limitare ad una monoterapia ma si dovrà ricorrere all'uso di 2-3 o più farmaci per riuscire a ridurre la pressione al target desiderato. 
Nella pratica clinica la maggioranza dei soggetti diabetici ipertesi viene trattata con farmaci agenti sul sistema renina-angiotensina associati in varia misura con betabloccanti, diuretici, calcioantagonisti etc. La scelta è condizionata da molti fattori: la presenza o meno di patologie concomitanti che fanno privilegiare una classe di farmaci piuttosto che un'altra, l'esistenza di controindicazioni specifiche in quel particolare paziente, la presenza di effetti collaterali, etc.



Renato Rossi


Bibliografia 

1. Bangalore S et al. Diabetes mellitus as a compelling indication for use of renin angiotensin system blockers: systematic review and meta-analysis of randomized trials. BMJ 2016; 352: i438.

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.54 Secondi