Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 17 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterą di accedere ai servizi del sito.


 
Assistere il disabile anche abitando altrove
Pubblicato da dzamperini in data
Normative di interesse sanitario


E' possibile assistere un disabile usufruendo dei permessi dal lavoro ex L. 104/92 pur non coabitando col disabile, purche' sia effettivamente prestata un'assistenza continuativa al portatore di handicap.  Il concetto di convivenza richiesto dalla legge non puo' essere restrittivamente ridotto a quello di coabitazione  (Cassazione n. 2447/2017) 


Un medico era stato imputato e condannato in secondo grado per reato di truffa aggravata ai danni della ASL di appartenenza, per aver attestato, nella dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, di essere convivente con la madre disabile, mentre in realtà dimorava altrove. 
La Cassazione non condivideva la pronuncia del giudice del merito in quanto in casi come questi l'indicazione di convivenza con la persona da assistere non potrebbe ritenersi di per se' falsa, in quanto l''unica cosa che rileva a tal fine, e' la "prestazione di un'assistenza assidua e continuativa alla portatrice di handicap" non essendo cio' necessariamente incompatibile con la diversa dimora del sanitario con la moglie e i figli ne', di conseguenza, con la fruizione del congedo previsto dal decreto legislativo numero 151/2001.

La condanna veniva quindi annullata e la causa rinviata alla Corte d'appello per un nuovo giudizio.

Commento:
La sentenza apporta una importante reinterpretazione della norma, contrastando con l' interpretazione finora maggioritaria che prevedeva l' effettiva coabitazione nella stessa casa. 
Non e' detto pero' che l' uso finora consolidato si venga ad allineare immediatamente a quanto stabilito in questa sentenza, anche perche' non sara' agevole poter valtare se l' assistenza effettivamente prestata sia da considerarsi veramente assidua e continuativa.
Vedremo come evolvera' la cosa...
Daniele Zamperini 

 
Links Correlati
· Inoltre Normative di interesse sanitario
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Normative di interesse sanitario:
Tutti in pensione alla stessa eta': lo dispone la CEE



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Normative di interesse sanitario

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.44 Secondi