Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 29 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterą di accedere ai servizi del sito.


 
Ipertensione: presentate le nuove linee guida europee
Pubblicato da dzamperini in data 08/10/2018 00:00
Medicina Clinica  


 
 Sono state presentate a Barcellona le nuove linee guida europee sull'ipertensione.


 A Barcellona, al 28° meeting su Ipertensione e Protezione Cardiovascolare, sono state presentate le nuove linee guida elaborate dalla European Society of Cardiology (ESC) e dalla European Society of Hypertension (ESH).
La pubblicazione è prevista per l'agosto 2018.

Sono essenzialmente tre i punti di maggior interesse:

1) la classificazione dell'ipertensione
2) il target pressorio
3) la scelta della terapia iniziale



La classificazione dell'ipertensione

L'ipertensione viene classificata di grado 1 (pressione sistolica compresa tra 140 e 159 mmHg e pressione diastolica compresa tra 90 e 99 mmHg), di grado 2 (rispettivamente 160-179 e 100-109 mmHg), di grado 3 (>/= 180 mmHg per la pressione sistolica e >/= 110 mmHg per la pressione diastolica). Per i soggetti con pressione sistolica compresa tra 130 e 139 mmHg e pressione diastolica compresa tra 85 e 89 mmHg si parla di pressione normale-alta.
In sostanza viene mantenuta la stessa classificazione adottata nella precedente versione del 2013 [4].

E' facile notare che questa classificazione differisce da quella delle linee guida americane del 2017 [2,3] nelle quali si definisce normale una pressione arteriosa inferiore a 120/80 mmHg. Per valori di pressione sistolica compresi tra 120 e 129 mmHg con valori di pressione diastolica inferiori a 80 mmHg si parla di pressione alta. La vera e propria ipertensione viene classificata in stadio 1 e stadio 2. L'ipertensione stadio 1 è definita da valori di pressione sistolica compresi tra 130 e 139 mmHg e/o di diastolica compresi tra 80 e 89 mmHg. L'ipertensone stadio 2 viene definita da valori di pressione sistolica >/= 140 mmHg e/o diastolica >/= 90 mmHg. Si noti che nelle precedenti linee guida americane per valori di pressione compresi tra 120-139 mmHg o 80-89 mmHg si parlava di pre-ipertensione, mentre lo stadio 2 veniva individuato per valori >/= 160 mmHg di sistolica o >/= 100 mmHg di diastolica. 


Il target pressorio della terapia antipertensiva

Nelle precedenti linee guida europee del 2013 si consigliava di arrivare ad un target pressorio inferiore a 140/90, valevole per tutti i pazienti, compresi quelli con pregresso ictus o con nefropatia. Solo per i diabetici si consigliava un target inferiore a 140/85 mmHg.
Nella versione 2018 si adotta un approccio diverso: per i pazienti di età >/= 65 anni si consiglia un target inferiore a 140 mmHg ma non inferiore a 130 mmHg.; per i pazienti di età inferiore a 65 anni si consiglia, purchè la terapia sia tollerata, un target di pressione sistolica inferiore a 130 mmHg ma non inferiore a 120 mmHg.
Per quanto riguarda la pressione diastolica si consiglia un target valido per tutti i pazienti inferiore a 80 mmHg.

Come si vede anche qui si notano alcune differenze rispetto alle linee guida americane che non differenziano il target di pressione sistolica in base all'età [2,3].



La scelta della terapia

Mentre nella versione 2013 si consigliava di iniziare la terapia con un solo farmaco, e di inziare con due faramci solo nel caso di valori pressori al baseline molto elevati o nei pazienti con malattie cardiovascolari, in quest'ultima versione si consiglia di iniziare in molti pazienti con due farmaci. Per facilitare la compliance, che nel paziente iperteso è molto importante trattandosi di una terapia cha va assunta per tutta la vita, si raccomanda di usare formulazioni farmaceutiche che assemblano in un'unica pillola due farmaci antipertensivi. 
I farmaci di prima scelta sono un aceinibitore o un antagonista dell'angiotensina associati a un calcioantagonista o ad un diuretico. Lo step successivo in caso di mancato controllo è l'associazione tra ACEI/ARB con un calcioantagonista e un diuretico (triplice terapia). 
Infine , in caso di insuccesso, si può aggiungere spironolattone, alfabloccante o betabloccante.I betabloccanti sono farmaci essenziali in caso di coronaropatia o fibrillazione atriale.
Nelle linee guida americane si consiglia di iniziare con due farmaci nel caso di ipertensione stadio 2 oppure negli afro-americani.



In conclusione: vi sono rispetto alle linee guida americane differenze anche importanti e punti di sostanziale equivalenza.
Così le nuove linee guida europee differiscono nettamente da quelle americane 2017 per quanto riguarda la classificazione dell'ipertensione. 
Concordano in parte con quelle USA quando consigliano una terapia iniziale con due farmaci in molti pazienti.
Differiscono, infine , per il target raccomandato di pressione sistolica: mentre per le linee guida americane lo scopo della terapia antipertensiva dovrebbe essere quello di portare i valori tensivi al di sotto di 130 mmHg, quelle europee differenziano il target di pressione sistolica da raggiungere in base all'età: inferiore a 140 mmHg ma non a 130 mmHg nei soggetti con età >/= 65 anni e inferiore a 130 mmHg ma non a 120 mmHg nei soggetti di età minore di 65 anni. Entrambe infine consigliano un target di pressione diastolica inferiore a 80 mmHg.



Renato Rossi



Bibliografia

1. Linee guida europee sull'ipertensione. Presentate a Barcellona il 9 giugno 2018.
28° Meeting su Ipertensione e Protezione Cardiovascolare.

2. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=6853 

3. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=6854

4. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=5953

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.51 Secondi