Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 24 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterą di accedere ai servizi del sito.


 
Steroidi nelle riacutizzazioni della BPCO
Pubblicato da dzamperini in data 21/03/2021 00:00
Medicina Clinica


Uno studio suggerisce che nelle riacutizzazioni della BPCO la terapia steroidea potrebbe essere guidata dalla conta degli eosinofili circolanti, ma dubbi rimangono sulla sicurezza di tale pratica.



Nella BPCO una terapia con steroidi inalatori (in aggiunta ai betastimolanti e/o anticolinergici) viene consigliata nei casi più gravi e con frequenti riacutizzazioni.

Inoltre un breve ciclo di steroidi per via sistemica (di solito 5 giorni) viene raccomandato nelle fasi acute delle esacerbazioni.

Alcuni autori si sono chiesti se quest'ultima pratica si debba riservare a tutti i pazienti oppure solo in determinati casi, in particolar modo quando si riscontra un aumento degli eosinofili circolanti.

A tal fine sono stati reclutati 318 pazienti ricoverati per una riacutizzazione. Al primo giorno tutti sono stati trattati con 80 mg per via ev di prednisone. Dal secondo al quinto giorno un gruppo è stato trattato con 37,5 mg/die per os di prednisone, mentre il secondo gruppo è stato trattato con lo stesso dosaggio ma solo nei giorni in cui gli eosinofili circolanti risultavano >/= 300/ml.
Il razionale che ha mosso i ricercatori è di cercare di ridurre l'esposizione agli steroidi e gli eventuali effetti collaterali.

Si è evidenziato che la mortalità e i ricoveri non differivano tra i due gruppi nei 14 giorni successivi (outcome primario).

Sono stati valutati anche degli outcomes secondari tra cui il fallimento della terapia a 30 giorni (26% in entrambi i gruppi) e la mortalità a 30 giorni (9 decessi nel gruppo trattato in base alla conta degli eosinofili e 6 decessi nel gruppo trattato secondo il protocollo standard).

La terapia steroidea è stata ben tollerata in entrambi i gruppi; nel gruppo trattato con protocollo standard, però, si è verificato un peggioramento della glicemia nei pazienti diabetici.

Gli autori concludono che il trattamento steroideo guidato dalla conta degli eosinofili durante le riacutizzazioni della BPCO non è inferiore al trattamento standard e riduce la durata dell'esposizione agli steroidi stessi (2 giorni versus 5 giorni).
Tuttavia il trial non permette di escludere che la prima opzione comporti un peggioramento di outcomes secondari a 30 giorni. Necessitano quindi ulteriori studi.

Che dire?

Lo studio è meritevole in quanto è un tentativo di personalizzare la terapia, limitando l'uso degli steroidi, tuttavia per il momento sembra preferibile attenersi alle attuali linee guida, almeno finchè altri studi di maggiori dimensioni non dimostreranno la sicurezza del trattameno eosinofilo-guidato.


Renato Rossi


Bibliografia

1. Sivapalan P et al. Eosinophil-guided corticosteroid therapy in patients admitted to hospital with COPD exacerbation (CORTICO-COP): A multicentre, randomised, controlled, open-label, non-inferiority trial. Lancet Respiratory Medicine 2019 Aug; 7:699-709.

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.52 Secondi