Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 19 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterą di accedere ai servizi del sito.


 
Tecniche scientifiche di investigazione: la realta'
Pubblicato da dzamperini in data 03/02/2008 00:00
Scienze Varie Al di la' delle fantasmagoriche (e spesso inventate) procedure di investigazione dei mirabolanti scienziati televisivi, la realta' e' rappresentata da una serie di tecniche altamente efficaci ma molto complesse, tali da richiedere le capacita' di un operatore veramente esperto. Una breve panoramica presentata da Anna D' Ambrosio, Consulente del Tribunale.

Sempre di più negli ultimi anni la soluzione di diversi crimini è stata affidata alle tecniche di genetica forense , che affiancano ormai la classica attività  investigativa .
Tanto per ricordare alcuni casi, basti pensare ad Erba , dove (secondo l' accusa) nel dicembre del 2006 due coniugi  ( vicini di casa delle vittime ),  uccidono e danno alle fiamme 4 persone ( tra cui un bambino );  al caso che  forse  rimane  tra i più cruenti ( per la parentela tra le vittime e l’assassina ) è quello di Novi Ligure .

Il 20 agosto 2001 Erika De Nardo assieme al suo fidanzatino Omar , massacrano a coltellate la madre di lei, Susy Cassini e il fratellino Gianluca. L’elenco potrebbe continuare ancora, ma cerchiamo  ora  di capire cosa ci può “svelare “ la scena del crimine e come è possibile “analizzarla” .

  
L’obiettivo che si propone chiunque esegua  un  sopralluogo , è quello di

•          1)“fotografare “ la scena del crimine , di “congelarla “ per poi approfondire ogni  aspetto con le diverse tecniche di cui si dispone  ;
•         2) applicare massima cautela  al fine di evitare possibili contaminazioni dall’esterno
•         3)  effettuare una  corretta repertazione delle prove, la conservazione della scena del crimine avendo cura  inoltre di non contaminare i reperti raccolti per non inficiare i risultati : un  caso esemplare è quello che vide coinvolto   O.J.Simpson,  nel quale, pur avendo avuti riscontri positivi per il test del Dna, la difesa ha trovato da obiettare sul modus operandi con il quale erano stati analizzati i reperti. Dopo  253 giorni di processo  ( in cui l’america si è divisa tra innocentisti e colpevolisti )  e 126 testimoni, la giuria dichiarò O.J. Simpson non colpevole dell'omicidio di sua moglie Nicole Brown e di Ronald Goldman.

La Criminalistica può essere  definita come l'insieme dei contributi di diverso genere che il laboratorio, cioè a dire la tecnologia, è in grado di fornire all'attività investigativa e giudiziaria  , ed è per questo motivo che  entra a pieno titolo nel processo penale e spesso  diventa uno strumento decisivo al fine della soluzione del caso.
Normalmente infatti   la soluzione delle indagini deriva proprio dalla sinergie tra le varie branche della Medicina Forense :   le tecnologie utilizzate   sulla scena del delitto sono diverse, tra le più conosciute forse troviamo il luminol .  Il  Luminol è un composto chimico che reagendo in ambiente basico è in grado di emettere luce  a contatto con con un metallo  ; la reazione avviene in quanto nell’emoglobina è presente il ferro : quindi il luminol  al buio rivela eventuali presenze di  tracce ematiche , anche lavate o rimosse . 
Non  meno importanti sono i rilievi dattiloscopici  , analisi microscopiche ad alta risoluzione , acquisizioni di immagini digitali , riprese con particolari telecamere  ed altro ancora; ma  forse la parte da “protagonista “ è spesso rivestita dal TEST DEL DNA .

Il test consiste ad oggi  nell’analizzare un numero variabile di loci ( da 12 a 14 ) del proprio codice ,   che ci consentono di “tipizzare “ un individuo : esiste una  parte del nostro Dna  che attiene allo 0,01%,  che ci rende “unici “.
 
 Questo concetto “rivoluzionario “ è stato scoperto dall’inglese Alec Jeffrey  il quale   notò che esistevano dei tratti ,all’interno della sequenza del dna  che si ripetevano un numero diverso di volte, da individuo a individuo, quindi in altre parole  si accorse che esisteva  una piccola parte di tutto il nostro DNA che ci  rendeva  unici ;questo  concetto è passato con il termine di FINGERPRINT, cioè una sorta di impronta digitale biologica.

Grazie alla sua scoperta sono stati risolti casi di violenza carnale  ,  di omicidio ( spesso arrivati alla cronaca per la loro  efferata violenza ) :  la prima applicazione di questa tecnica  eseguita da Sir Jeffrey avvenne su un caso di  stupro e  omicidio di due giovani ragazze che si è poi concluso con la condanna del colpevole  .

Il luogo era la  Gran Bretagna   , Narborough l’anno  il -1986- , ed era  il  famoso caso di Colin Pitchfork , che si è rivelato poi essere l’omicida  ed è passato alla storia in quanto è stato il  primo criminale “incastrato” in base alla prova del Dna  .
Con le tecnologie attuali si ottiene un profilo biologico in grado di identificare una persona  a  partire da poche gocce di sangue , in poche ore …..la  tecnica di eccellenza utilizzata in queste analisi è la  PCR  , inventata  da  Kary B. Mullis (Nobel per la chimica nel 1993 cioè diversi anni dopo la sua scoperta …… ) .

la tecnica consiste per produrre un elevato numero di copie di un dna bersaglio , attraverso le tre fasi di denaturazione, annealing ed estensione .

Evidenziamo  quanto appena  descritto  sottolineando che uno dei cardini sui  quali si fonda la genetica forense  SI BASA sul fatto  che molto frequentemente l’assassino “deposita “ sul luogo del delitto tracce biologiche ad esso riconducibili .

Un esempio per tutti riguarda una parte dolorosa della nostra storia: nell’attentato di Capaci  Il 23 maggio del 92  morirono il Giudice G.Falcone , la moglie Morvillo e la scorta  .

Sul luogo del delitto furono ritrovati diversi mozziconi di sigarette ,che si rivelarono importantissimi  ai fini delle indagini….
 
IL CONSULENTE TECNICO DI PARTE
Nel 2000 con la legge del giusto processo , si concede alla parte indagata di avvalersi di un suo esperto di fiducia che assista durante alle operazioni peritali , che a causa della natura degli accertamenti , sono spesso irripetibili : la legge n. 397 del 7-12-2000 che riguarda il cosiddetto “giusto processo” ha radicalmente modificato - ampliandole e potenziandole - le attività della difesa; infatti questa può avvalersi della collaborazione del consulente tecnico di parte il quale, volendo, potrà svolgere la sua attività anche analizzando  analisi in  laboratorio che riterrà più opportune e che potrà svolgere in proprio.

L’assistenza da parte di un CTP ( consulente tecnico di parte ) è uno dei fondamenti per una democrazia.

 
Cosa ci aspettiamo dal futuro     
 
 Se ci voltiamo a guardare i primi passi compiuti nell’identificazione personale , dai gruppi sanguigni  alle impronte , ai primi sistemi sistemi polimorfici del Dna , ci rendiamo  conto degli enormi progressi che sono stati compiuti , ma se il nostro sguardo volge al futuro , percepiamo immediatamente la sensazione che  le conoscenze delle  tecnologie allo stato attuale , sono ancora in grado di stupirci e di sbalordirci .
C’è un importantissimo progetto al quale stanno lavorando gli esperti coinvolti nel progetto europeo Nacbo (Novel and Improved Nanomaterials, Chemistries and Apparatus for nanoBiotechnology) :  la prima grande iniziativa di ricerca nel campo delle nanobiotecnologie in Italia. Per cinque anni i genetisti dell'universita' di Roma Tor Vergata lavoreranno a fianco della Polizia scientifica, degli esperti britannici dell'Unita' di Bioinformatica della Health Protection Agency di Londra e a tre aziende europee , al fine di ottenere un  microchip in grado di  fornire immediatamente informazioni in merito al profilo della traccia ritrovata…..

Un altro progetto ambizioso in Italia al quale stanno lavorando organismi preposti riguarda la creazione di una BANCA DEL DNA , che molti Paesi esiste da tempo  ;  una sorta di archivio di profili genetici che consente di confrontare immediatamente un dna ottenuto da una traccia, con quelli presenti nel database o; in Italia  questo  è un progetto ambizioso
 (Contributo originale di Anna D' Ambrosio- Non e' stato possibile riprodurre alcune immagini presenti nel testo originale)
 
Links Correlati
· Inoltre Scienze Varie
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Scienze Varie:
Nascere gemelli: problemi e curiosita'



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 3.2
Voti: 5


Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Pensieri e opinioni professionali

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.51 Secondi