Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 14 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterą di accedere ai servizi del sito.


 
COVID-19: vaccinazione nei bambini
Pubblicato da dzamperini in data 12/12/2021 00:00
Medicina Clinica



La vaccinazione dei bambini per il SARS-CoV-2 è argomento controverso: vediamo i pro e i contro.


La vaccinazione per il SARS-CoV-2 nei bambini di età compresa tra 5 e 11 anni è argomento controverso. La Società Italiana di Pediatria si è espressa a favore, ma molti e comprensibili sono i dubbi e le domande dei genitori. I CDC americani raccomandano la vaccinazione nei bambini ma secondo statistiche USA dal 42% al 66% dei genitori sono esitanti.

Due [1,2] esaminano approfonditamente la domanda pro ei contro di una decisione complessa ei dati a disposizione sono limitati e il bilancio tra benefici e rischi devono essere continuamente rivalutato man mano che vengono pubblicati nuovi articoli.

Un favore della vaccinazione sta sicuramente l'obiettivo di protezione i bambini dall'infezione. Anche se i bambini di solito segnano una forma lieve di infezione i casi di ricovero in terapia intensiva non sono rari: una seconda delle percentuali varia dal 2% fino al 33%. Il rischio di decesso è molto basso, valutato in circa 5 casi per 100.000. Queste percentuali, però, possono essere sovrastimate.
I numeri, tuttavia, potrebbero cambiare se emergessero nuove varianti più aggressive e più contagiose: se la malattia colpisce un vasto strato della popolazione pediatrica i numeri in termini assoluti diventano importanti.

Altri argomenti a favore della vaccinazione sono la protezione contro il long COVID-19 e la prevenzione della trasmissione nella comunità. La minor circolazione del virus comporta da una parte la protezione di soggetti adulti a maggior rischio di complicanze e dall'altra la riduzione del rischio di sviluppo di varianti più contagiose e/o più aggressive.

Argomenti avanzati da coloro che si oppongono alla vaccinazione in età pediatrica sono il rischio di eventi avversi di un vaccino dal profilo poco studiato. Per esempio si temono miocarditi e pericarditi. Tuttavia queste complicanze da vaccino, oltre che rare, di solito regrediscono completamente e sono meno gravi delle forme che si sviluppano dopo un'infezione naturale da coronavirus. La miocardite associata al vaccino è generalmente lieve e ben diversa in gravità di quella che si verifica in seguito all'infezione, associata a infiammazione sistemica, nella quale di solito si rende necessario il ricovero in terapia intensiva.
Un altro punto ha sottolineato da chi si oppone al vaccino è la sua sicurezza a lungo termine che per il momento rimane ignoto. Se questo è vero, è anche vero che la COVID-19 è una malattia che colpisce spesso i bambini: più del 25% dei casi diagnosticati negli USA. Circa 700 bambini sono morti negli USA a causa della COVID-19, nessuno è morto a causa del vaccino.
Uno studio effettuato su circa 2400 bambini quando era predominante la variante delta ha dimostrato che la protezione contro la malattia sintomatica era del 90% circa [3].

Vanno infine considerati di tipo sociale: i bambini devono andare a scuola. giocare con gli amici e partecipare alla vita extra-scolastica. La chiusura delle scuole comporta effetti negativi sullo sviluppo dei bambini che superano gli eventuali e rari effetti collaterali del vaccino.
I genitori dovrebbero considerare che la scelta di non vaccinare i non è priva di rischi: anche se la malattia nei bambini quasi semper è lieve, alcuni di essi devono essere ricoverati, bisogno di cure intensive e moriranno.


Renato Rossi


Bibliografia

1. Zimmermann P et al. I bambini dovrebbero essere vaccinati contro il COVID-19? Archivi della malattia nell'infanzia. 2021, 3 novembre. DOI: 10.1136/archdischild-2021-323040

2. Gerber JS et al. Vaccini COVID-19 per bambini.Science 2021 Nov 18;364:913.

2. Walter EB et al. Valutazione del vaccino BNT162b2 Covid-19 nei bambini dai 5 agli 11 anni. N Engl J Med 2021 Nov 9. https.//doi.org/10.1056/NEJMoa2116298

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.54 Secondi