Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 12 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterà di accedere ai servizi del sito.


 
Depenalizzazione dei reati minori: puo' interessare anche i medici
Pubblicato da dzamperini in data 02/05/2015 00:00
Normative di interesse sanitario E' stato pubblicato in G.U. (18.03.2015 )  il Decreto legislativo 16.03.2015 n° 28 , G.U.  recante "Disposizioni in materia di non punibilita' per particolare tenuita' del fatto..." con lo scopo di revisionare il sistema sanzionatorio, soprattutto favorendo gli accusati di reati particolarmente lievi.
Daniele Zamperini

Va innanzitutto che la norma in esame non prevede la completa depenalizzazione dei reati rientranti nelle fattispecie indicate, ma ne indica, in certe circostanze, la non punibilita'. Vale a dire che l' atto, di per se', rimane illecito ma che, trattandosi di cosa da poco, non sara' punito. Il classico ladruncolo che ruba una mela (esempio ormai paradigmatico) resta si' un ladro (seppure iscritto solo in un casellario riservato) ma non finira' in galera in quanto il suo caso potra' essere archiviato gia' in istruttoria.

L' esclusione della punibilita' e' applicabile per i reati per i quali e' prevista la pena detentiva non superiore nel massimo a cinque anni, oppure la pena pecuniaria, quando, per le modalita' della condotta e per l'esiguita' del danno o del pericolo, l'offesa e' di particolare tenuita' e il comportamento risulta non abituale.
L' esimente non e' applicabile quando coesistono alcune aggravanti (motivi futili o abietti eccetera) o quando ne derivivino, quali conseguenze non volute, la morte o le lesioni gravissime di una persona.

Il giudice, per applicare la norma, dovra' quindi tener conto di due fattori:
• la particolare tenuità dell’offesa, che implica una valutazione sulle modalità della condotta e l’esiguità del danno o del pericolo;
• la non abitualità del comportamento dell'autore (che non deve essere un delinquente abituale, professionale o per tendenza, né aver commesso altri reati della stessa indole).
Se verranno accertati tali requisiti da parte del Giudice, lo Stato rinuncerà ad applicare una pena "penale" per attuare invece una procedura risarcitoria tipicamente civile.

Il giudice, nel valutare il fatto, dovrà tenere conto sia delle istanze della persona offesa che di quelle dello stesso indagato, che dovranno esporre le proprie ragioni nel corso del procedimento. 
Le persone esentate da condanna penale per la particolare tenuita' del fatto verranno iscritte in un apposito casellario giudiziario onde verificare eventuali recidive.

Presento qui un elenco dei reati che possono rientrare nei requisiti della non punibilita' e che possano interessare anche i medici.
Chiedo scusa per eventuali errori, in quanto tale elenco e' strato ricavato da informazioni reperite sul web:

- Commercio o somministrazione di medicinali guasti – art.443 c.p.
– Corruzione – art-318 c.p.
– Esercizio abusivo di una professione – art 348
– Falsità materiale del P.U. – art.477 c.p.
– Ingiuria – art.594 c.p.
– Interruzione di pubblico servizio – art.331 c.p.
– Lesione personale – art.582 c.p.
– Lesioni personali colpose art.590 c.p.
– Omessa denuncia di reato da parte del P.U. – art.361
– Omissione di referto – art.365 c.p.
– Omissione di soccorso – art. 593 c.p.
– Rifiuto di atti d’ufficio. Omissione – art.328 c.p.
– Violenza o minaccia a P.U. art.336 c.p.
– Violenza privata – art.610 c.p.

Daniele Zamperini

 
Links Correlati
· Inoltre Normative di interesse sanitario
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Normative di interesse sanitario:
Tutti in pensione alla stessa eta': lo dispone la CEE



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Normative di interesse sanitario

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.56 Secondi