Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale



Mezzo secolo di professione Medica.

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Amministrazione


 
La scelta del regime di ricovero e' responsabilita' del medico
Pubblicato da dzamperini in data 10/05/2016 00:00
Normative di interesse sanitario
E' responsabile il medico che sceglie il ricovero del paziente in day surgery invece che in regime ordinario. E' necessario uno studio approfondito delle condizioni cliniche del soggetto, in modo da indirizzare il chirurgo e l'anestesista ad una prudente valutazione di tali condizioni e far propendere per l' uno o l' atro tipo di ricovero. (Cass. IV Pen. n.1832/15)


Un paziente diabetico e in trattamento dialitico per insufficienza renale  veniva sottoposto ad intervento di vitrectomia in day-surgery con una serie di gravi complicazioni intra e post-operatorie con aritmie cardiache , arresto cardiocircolatorio, anossia e coma con successivo decesso.

I giudici di merito appuravano che la morte del paziente era stata conseguente all' intervento chirurgico, conducendolo ad arresto cardiocircolatorio a fronte di una pessima gestione anestesiologica. I due medici (chirurgo e anestesista venivano condannati pur avendo sostenuto che la scelta dell' intevento in day surgery era rispettoso delle piu' accreditate linee guida.

Erano stati pero' sottolineati due aspetti di colpa:
il primo consisteva in una errata valutazione preoperatoria del rischio chirurgico che, essendo stato sottovalutato (inserito in classe ASA II anziche' ASA III), aveva indotto ad intervenire in day surgery anziche' in ricovero ordinario.
il secondo consisteva nella irregolare e non continua presenza dell' anestesista, con una erronea sottovalutazione dei sintomi iniziali manifestatisi nel corso dell' intervento.

Questi due motivi inducevano la Cassazione all' annullamento della condanna penale per avvenuta prescrizione, ma alla conferma della condanna dei due sanitari ai fini civili.

Daniele Zamperini

 
Links Correlati
· Inoltre Normative di interesse sanitario
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Normative di interesse sanitario:
Tutti in pensione alla stessa eta': lo dispone la CEE



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Normative di interesse sanitario

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.34 Secondi