Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Amministrazione


 
Carcere per chi prende reddito di cittadinanza e lavora in nero
Pubblicato da dzamperini in data 25/10/2022 00:00
Normative di interesse sanitario


Chi percepisce il reddito di cittadinanza e lavora in nero, anche percependo regalie occasionali, e non lo comunica all’ INPS, rischia la condanna penale per violazione dell'art. 7, comma 2 della legge n. 26/2019  (Cassazione n. 25306/2022)


Un soggetto era stato accusato di svolgere attivita’ lavorative pur percependo il reddito di cittadinanza.
I giudici di merito lo condannavano in primo grado a 1 anno e otto mesi, poi ridotti in appello a un anno, un mese e dieci giorni.

La Corte d’ Appello motivava la condanna sottolineando che, per comune esperienza, "l'attività lavorativa, anche se irregolare, viene retribuita, oltre che di quanto riconosciuto dallo stesso datore di lavoro del ricorrente, che, sia pure qualificandoli come "regalie" corrisposte in "occasioni particolari", ha riconosciuto la corresponsione di compensi (…) per l'attività lavorativa svolta nel suo interesse”.

A sua discolpa il soggetto precisava che in realtà, per detta occupazione, non percepiva una retribuzione vera e propria. L'attività lavorativa era svolta gratuitamente e il datore gli riconosceva solo, a titolo di compenso, regalie saltuarie.

Questa scusante non era accettata dalla Cassazione, non avendo rilievo il fatto che i compensi venissero versati sotto forma di “regalie occasionali” in quanto la percezione di tali compensi conseguenti allo svolgimento di un’ attivita’ lavorativa, andava in ogni caso comunicata all’ INPS 

La condanna quindi veniva confermata dalla Cassazione.

Daniele Zamperini

 
Links Correlati
· Inoltre Normative di interesse sanitario
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Normative di interesse sanitario:
Tutti in pensione alla stessa eta': lo dispone la CEE



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Normative di interesse sanitario

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.46 Secondi