Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale



Mezzo secolo di professione Medica.

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Amministrazione


 
Sospetto infarto? Responsabile il medico che non approfondisce
Pubblicato da dzamperini in data 21/01/2023 00:00
Normative di interesse sanitario



Se il paziente si presenta in ospedale con sospetti sintomi da infarto, non puo’ essere semplicemente rimandato a casa, il medico ne e’ responsabile (Cass. ordinanza 20754/2020)



I fatti: 
Un  paziente, al primo ingresso in ospedale, aveva manifestato un dolore toracico severo e prolungato. Dagli accertamenti effettuati in P.S. emergeva una storia clinica "sospetta" e un esame ECG recante alterazioni di dubbia interpretazione. Non era possibile effettuare i dosaggi enzimatici. 

Il paziente, rimandato a casa, decedeva. 

In giudizio, i medici venivano giudicati colpevoli.
La difesa sosteneva invece che la morte per infarto del miocardio fosse riconducibile ad un evento improvviso e imprevedibile, non collegato ai distubi riferiti in P.S.

La Cassazione invece concordava con la condanna inflitta dai giudici di merito, non ritenendo valida tale argomentazione. 

Il CTU aveva infatti sottolineato come l’ infarto del miocardio non sia diagnosticabile solo in presenza di segni inequivocabili  (ECG certamente patognomonico o alterazioni enzimatiche inequivocabili) ma che, per una diagnosi corretta puo’ essere sufficiente che per oltre 24 ore persistano le ripetute  equivoche modifiche ECG, con o senza equivoche modifiche enzimatiche.

In conclusione, se il medico avesse tenuto una diversa condotta trattenendo il paziente in Ospedale e tenendo sotto controllo la sintomatologia, ne poteva con buone probabilità evitare il decesso. 

La condanna veniva percio’ confermata.

Daniele Zamperini

 
Links Correlati
· Inoltre Normative di interesse sanitario
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Normative di interesse sanitario:
Tutti in pensione alla stessa eta': lo dispone la CEE



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Normative di interesse sanitario

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.50 Secondi