Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale



Mezzo secolo di professione Medica.

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Amministrazione


 
Per condannare il medico vanno specificate le violazioni
Pubblicato da dzamperini in data 22/03/2023 00:00
Normative di interesse sanitario


Non e’ possibile condannare un medico per omessa o tardiva diagnosi se non vengono specificate con esattezza le norme che si ritengono violate, altrimenti non sarebbe possibile comprendere l'esatto addebito (Cass.  n. 46662/2022)


I fatti: 
Una dottoressa viene condannata dai giudici di merito, sia in primo che secondo grado per aver omesso una diagnosi di neoplasia (carcinoma mammario) con conseguenti lesioni colpose gravi perchè, a causa della mancata diagnosi, la malattia era progredita per un periodo ulteriore di 127 giorni.

Il medico ricorreva in Cassazione adducendo diversi motivi di doglianza, in primo luogo la sopraggiunta  prescrizione del reato con conseguente annullamento della sentenza penale, senza rinvio.Il caso veniva comunque preso in esame ai fini civili.

La Cassazione accoglieva il secondo motivo del ricorso sottolineando che, nel valutare i profili di colpa medica,  il giudice deve prima di tutto specificare puntualmente quale regola sia stata effettivamente violata; va poi precisata la tipologia della regola violata specificando se il caso fosse regolato da linee guida vere e proprie oppure da buone pratiche clinico assistenziali. 
Va anche verificato se e in quale  misura il medico si fosse discostato dalle stesse.

L’ esame dei fatti dimostrava che comunque una diagnosi ci fosse stata, per cui la dottoressa aveva avanzato proposte di approfondimento con esami istologici. 
Non era quindi chiaro se l'addebito fosse stato motivato da una situazione di una omessa o tardiva diagnosi o si basasse su una scelta inappropriata dell'intervento diagnostico o terapeutico.

Il quadro processuale, lacunoso e contraddittorio, non permetteva di comprendere esattamente l'addebito e le norme violate dalla dottoressa.Per questo motivo la sentenza veniva annullata senza rinvio agli effetti penali (per intervenuta prescrizione) e invece annullata con rinvio ai soli effetti civili.

Daniele Zamperini

 
Links Correlati
· Inoltre Normative di interesse sanitario
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Normative di interesse sanitario:
Tutti in pensione alla stessa eta': lo dispone la CEE



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Normative di interesse sanitario

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.45 Secondi