Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 16 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterą di accedere ai servizi del sito.


 
Sopravvivenza ai tumori nel 20^ secolo
Pubblicato da dzamperini in data 27/12/2009 10:23
Archivio storico
Sopravvivenza a lungo termine dei malati di cancro nel 20° secolo: studi di coorte o analisi di periodo?

La sopravvivenza a lungo termine di molti tipi di cancro è notevolmente aumentata nelle decadi passate per effetto della diagnosi precoce e del trattamento.



Molti di questi miglioramenti vengono osservati solo molti anni dopo se valutati con i classici metodi di analisi basati su metodi di coorte. Esiste tuttavia un metodo alternativo di analisi della sopravvivenza, conosciuto come analisi di periodo, che produce stime più attuali della sopravvivenza a lungo termine.
Fino ad ora le percentuali di sopravvivenza a lungo termine per il cancro sono sempre state calcolate su coorti di pazienti diagnosticati molti anni prima e quindi esse potrebbero essere non più attuali quando usate per proiezioni future.

L’idea di usare il principio del periodo al posto di quello di coorte fu proposta pochi anni fa. Nel frattempo alcuni studi hanno dimostrato che l’analisi di periodo permette stime più aggiornate della sopravvivenza a lungo termine, inoltre le stime di sopravvivenza di periodo sembrano predire abbastanza accuratamente la sopravvivenza a lungo termine dei pazienti diagnosticati nel periodo in esame.

Fino ad oggi questo metodo di valutazione della sopravvivenza a lungo termine dei pazienti affetti da cancro è stato usato solo in alcuni registri tumori europei che coprono una popolazione limitata per numero e range di età.

In questo studio è stata applicata la metodica dell’analisi di periodo per la valutazione della sopravvivenza a lungo termine dei malati di cancro degli USA.

Tutti i dati sono stati ottenuti dal database del SEER ( Surveillance ,Epidemiology, and End Results programme of the US National Cancer Institute) relativo al periodo 1973- 1998.

Risultati :

Le stime relative si sopravvivenza per tutti i tipi di cancro invasivi a 5 -10-15 -20 anni sono state rispettivamente più alte di quelle calcolate col metodo di coorte del 1%-7%-11%-11%. Le percentuali di sopravvivenza di coorte erano molto più basse per gli uomini rispetto alle donne.Una delle ragioni per cui la sopravvivenza era peggiore per gli uomini nelle decadi passate va ricercata nella grande incidenza di cancro del polmone negli uomini( generalmente con prognosi molto infausta).

Ma se si escludono i cancri del polmone e dei bronchi le percentuali di sopravvivenza per tutti i tipi di cancro diventano molto simili tra uomini e donne. Lo studio dimostra che le coorti di pazienti diagnosticate molti anni fa hanno una prognosi peggiore rispetto ai pazienti diagnosticati più recentemente. Tra i 24 tipi di cancro esaminati con il metodo dell’analisi di periodo Il cancro della prostata ha mostrato il miglior incremento in termini di guadagno percentuale di sopravvivenza a 20 anni rispetto agli studi di coorte pari al 37.2 %, mentre un guadagno del 10% o più è stato osservato per il cancro del retto, della mammella e dell’ovaio, per il melanoma e per il linfoma di Hodgkin, una miglioramento del 5 % o più per il cancro della vescica, del rene , del colon, del sistema nervoso centrale e delle leucemie. Con questo metodo di analisi la sopravvivenza relativa a 20 anni è vicina al 90 % per i tumori della tiroide e dei testicoli , supera l’80% per i tumori della prostata e per il melanoma, è circa 80 % per il cancro dell’endometrio , almeno del 70 % per vescica e Hodgkin.il Cancro della mammella ha una sopravvivenza relativa a 20 anni pari al 65 % il cancro della cervice uterina pari al 60% , colon , ovaio e rene circa il 50%.

Per contro i pazienti affetti da cancro del fegato ,dell’esofago , pancreas, polmone, e mieloma multiplo continuano ad avere una prognosi sfavorevole e una ridotta sopravvivenza.
Daniele Zamperini - 2002

Lancet 2002; 360:1131-35

 
Links Correlati
· Inoltre Archivio storico
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Archivio storico:
Certificato di malattia nei giorni festivi



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.50 Secondi