Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale



Mezzo secolo di professione Medica.

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Amministrazione


 
Caratteristiche fenotipiche dell'asma grave
Pubblicato da dzamperini in data 05/08/2014 00:00
Medicina Clinica Uno studio suggerisce che alcune caratteristiche fenotipiche ficiche-cliniche possono aiutare a meglio individuare i pazienti asmatici che corrono il rischio di sviluppare forme gravi di malattia.

Molti medici pratici hanno tra i loro assistiti pazienti asmatici affetti da forme cliniche gravi
ed altri con asma lieve/moderato.
Partendo da questa considerazione alcuni ricercatori hanno voluto verificare se la gravità dell'asma sia in relazione a ben specifiche caratteristiche cliniche.
 
A tale scopo sono stati reclutati 176 pazienti affetti da asma iniziato in età adulta. Si è visto che i soggetti affetti dalle forme più gravi di asma presentavano alcune caratteristiche interessanti. Alcune di queste erano abbastanza scontate, come per esempio una maggior compromissione dei test di funzionalità respiratoria, una maggior frequenza di riacutizzazioni e una maggiore necessità di assumere farmaci antiasmatici a dosaggi elevati. Oltre a questo, però, questi pazienti soffrivano meno frequentemente di atopia, avevano con maggiore frequenza sintomi a carico delle fosse nasali e presentavano più spesso una poliposi rinosinusale. Altre caratteristiche di questa sottopolazione di pazienti erano livelli più elevati di ossido nitrico esalato e di neutrofili sia nel plasma che nell'escreato.
 
Gli autori ipotizzano che il meccanismo fisiopatologico che sta alla base delle forme gravi di asma potrebbe essere diverso da quello che caratterizza le forme più lievi.
 
Che dire?
Per ora i risultati dello studio recensito in questa pillola ci sembra abbiano un risvolto più teorico che pratico anche se possono essere di ausilio per il medico che, sulla base di alcuni parametri, può meglio stratificare il rischio del paziente asmatico di nuova diagnosi di sviluppare una forma clinica più grave.
Tuttavia è un primo passo per meglio comprendere i vari meccanismi patogenetici dell'asma che potrebbero portare allo sviluppo di terapie personalizzate.
 
Renato Rossi
 
 
Bibliografia
 
Amelink M et al. Severe adult-onset asthma: A distinct phenotype. J Allergy Clin Immunol 2013 Aug; 132.336-341.
 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.32 Secondi