Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale



Mezzo secolo di professione Medica.

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Amministrazione


 
Uso di antibiotici e rischio di diabete di tipo 2
Pubblicato da dzamperini in data 12/05/2016 00:00
Medicina Clinica
Si stanno sempre più accumulando prove che i batteri nell’intestino umano possono influenzare il metabolismo dei nutrienti.


 Partendo da queste premesse, gli autori di questo studio osservazionale, caso-controllo, basato-su-popolazione, svolto in Danimarca, hanno voluto studiare se l’uso di antibiotici potesse influenzare il rischio di sviluppare il diabete d tipo 2 e se l’effetto potesse essere attribuito a tipi specifici di antibiotici. Sono stati combinati i dati (su di una popolazione di 5.6 milioni di persone, tra il 1 Gennaio 2000 e il 31 Dicembre 2012) ricavati da tre registri: il Danish National Registry of Patients, il Danish National Prescription Registry, e il Danish Person Registry.

Risultati:

I ricercatori hanno identificato 170.504 individui che avevano ricevuto una prescrizione di ipoglicemizzanti nel corso del 2012 e li hanno associati per età e sesso a 8 (in totale 1.364.008) persone senza diabete (controlli). L'intera popolazione in studio aveva un'età media di 62 anni e il 52% era di sesso maschile. Come data indice è stata definita la data della prima prescrizione di un farmaco ipoglicemizzante. Sono stati analizzati dati a ritroso fino al 1995.
La odds ratio (OR) associata al diabete di tipo 2 con esposizione agli antibiotici di qualsiasi tipo era di 1.53 (95% intervallo di confidenza, da 1.50 a1.55) con un numero maggiore o uguale a 5 prescrizioni, rispetto a 0-1 prescrizioni di antibiotici. Sebbene nessun tipo particolare di antibiotici fosse specificamente associato al rischio di diabete di tipo 2, una OR leggermente più alta per il diabete di tipo 2 è stata vista con gli antibiotici a spettro ristretto e con quelli battericidi (OR 1.55 e 1.48, ripsettivamente), rispetto agli antibiotici ad ampio spettro e a quelli batteriostatici (OR 1.31 e 1.39, rispettivamente). E’ stato visto un chiaro effetto dose-risposta con l'aumentare del carico cumulativo di antibiotici. L’uso aumentato di antibiotici in pazienti con diabete di tipo 2 è stato riscontrato fino a 15 anni prima della diagnosi di diabete di tipo 2, ma anche dopo la diagnosi.
Gli autori concludono che i loro risultati supportano la possibilità che l’esposizione agli antibiotici aumenti il rischio di diabete di tipo 2. Tuttavia, i risultati potrebbero anche essere collegati ad un’aumentata domanda di antibiotici per l’aumentato rischio di infezioni in pazienti con diabete non ancora diagnosticato.

Fonte:

Use of Antibiotics and Risk of Type 2 Diabetes: A Population-Based Case-Control Study. Mikkelsen KH e coll. J Clin Endocrinol Metab. 2015 Aug 27:jc20152696.

Commento di Patrizia Iaccarino:

Spesso sentiamo e riportiamo su questo sito moniti ai medici tesi a non abusare di antibiotici a causa dei problemi di resistenza in crescita e dello sviluppo insufficiente di nuovi antibiotici. Abbiamo riportato studi sull’incidenza di gravi patologie collegate all'uso di antibiotici nella prima infanzia (obesità, malattie infiammatorie intestinali, artriti giovanili) (1, 2, 3). Questo studio, che si aggiunge ad un precedente studio inglese (4) sembra confermare che gli antibiotici possano avere, anche a lungo termine, effetti avversi metabolici potenzialmente negativi, aumentando anche il rischio di diabete.

Riferimenti: 


 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.33 Secondi