Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 23 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterą di accedere ai servizi del sito.


 
Olio di pesce per l'artrite reumatoide
Pubblicato da dzamperini in data 14/12/2016 00:00
Medicina Clinica


 Uno studio randomizzato e controllato dimostra che l'olio di pesce ad alte dosi è efficace, in aggiunta ai farmaci di base, nei pazienti con artrite reumatoide di diagnosi recente, nell'indurre la remissione e nel ridurre il fallimento della terapia.



L'olio di pesce potrebbe essere utile come terapia aggiuntiva nell'artrite reumatoide. 
Lo suggerisce uno studio randomizzato e controllato, in doppio cieco, effettuato in Australia [1]. 

In questo studio sono stati reclutati 140 pazienti a cui era stata posta una diagnosi di artrite reumatoide da meno di 12 mesi.

Dopo randomizzazione i partecipanti sono stati trattati con olio di pesce ad alte dosi (5,5 grammi al giorno di acido eicosapentaenoico o EPA + acido docosaexaenoico o DHA) oppure olio di pesce a basse dosi (0,4 grammi al giorno di EPA + DHA) in aggiunta alla terapia di base con farmaci modificanti il decorso della malattia (DMARD): metotrexato, sulfasalazina e idrossiclorochina.

I due parametri valutati dagli autori a distanza di 12 mesi erano: la necessita di aggiungere alla terapia in atto la leflunomide e il tempo di comparsa della prima remissione.

Il primo parametro, indice di fallimento della terapia, si verificò nel 10,5% del gruppo trattato con alte dosi di olio di pesce e nel 32% del gruppo controllo.

Iil secondo parametro, vale a dire il tempo di comparsa della prima remissione, fu più breve nel gruppo trattato con alte dosi.

Non si sono registrate differenze tra i due gruppi per quanto riguarda gli eventi avversi.


Per la verità non è il primo studio ad evidenziare l'efficacia dell'olio di pesce nei pazienti con artrite reumatoide. 

Già nel 2007 una metanalisi di 17 RCT aveva dimostrato che la supplementazione con acidi grassi polinsaturi omega 3 per 3-4 mesi era in grado di ridurre il dolore, la rigidità mattutina e il numero delle articolazioni interessate dalla flogosi in soggetti con artrite reumatoide o flogosi articolari secondarie a malattie infiammatorie croniche intestinali o dismenorrea. [2].

Ma come agirebbero gli omega 3? Si ritiene che essi abbiano un'azione antiflogistica interagendo con prostaglandine e leucotrieni.

In ogni caso il messaggio per il medico pratico è questo: gli acidi grassi omega 3 possono essere una scelta ragionevole in aggiunta alla terapia di base per migliorare la sintomatologia nei pazienti con artrite reumatoide. 

Tra l'altro va considerato che si tratta di una terapia molto ben tollerata, con effetti collaterali praticamente trascurabili.



Renato Rossi


Bibliografia


1. Proudman SM et al. Fish oil in recent onset rheumatoid arthritis: A randomised, double-blind controlled trial with algorithm-based drug use. Ann Rheum Dis 2015 Jan; 74:89. 

2. Goldberg R et al. A meta‐analysis of the analgesic effects of omega‐3 polyunsaturated fatty acid supplementation for inflammatory joint pain. Pain 2007 May; 129:210-223.

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.65 Secondi