Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 19 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterą di accedere ai servizi del sito.


 
Rosuvastatina, candesartan, idroclorotiazide in prev. cardiovascolare primaria
Pubblicato da dzamperini in data
Medicina Clinica
 

Lo studio HOPE-3 ha valutato l'efficacia di rosuvastatina e candesartan/idroclorotiazide in una popolazione a rischio cardiovascolare intermedio.



L'uso delle statine in prevenzione cardiovascolare primaria viene generalmente consigliato nei soggetti che, pur non avendo avuto un evento cardiovascolare, sono a rischio medio o elevato per futuri eventi.

Il problema, da una parte, è la soglia di rischio oltre la quale iniziare la terapia e dall'altra quale strumento usare per calcolare il rischio.

Questa testata si è occupata più volte della questione in numerose pillole precedenti, alcune delle quali riportate in bibliografia [1,2,3,4,5].

Arrivano ora i risultati dello studio HOPE-3 (Heart Outcomes Prevention Evaluation) in cui sono stati arruolati 12.705 soggetti senza precedenti eventi cardiovascolari. 
I partecipanti erano a rischio cardiovascolare medio per la presenza di uno o più dei seguenti fattori, indipendentemente dai valori basali di colesterolemia e pressione arteriosa: rapporto vita-fianchi elevato, HDL colesterolo inferiore a 39 mg/dL negli uomini e inferiore a 50 mg/dL nelle donne, fumo attuale o pregresso, prediabete oppure diabete controllato con la sola dieta, coronaropatia precoce in un parente di primo grado, disfunzione renale iniziale.

Il follow up è stato di poco più di cinque anni e mezzo mentre l'endpoint primario era rappresentato da morte cardiovascolare e infarto e ictus non fatali.


Lo studio aveva un disegno fattoriale 2x2. In pratica si tratta di tre veri e propri trial autonomi: 

1) in uno [6] si confrontava placebo con l'associazione candesartan/idroclorotiazide (16 mg/12,5 mg al giorno): l'associazione candesartan/idroclorotiazide non ha ridotto l'endpoint primario, tuttavia nel sottogruppo di soggetti con pressione sistolica più elevata (superiore a 143 mmHg) si aveva una riduzione dal 6,5% al 4,8%

2) in un altro [7] si confrontava placebo con rosuvastatina 10 mg/die: la rosuvastatina ha ridotto l'endpoint primario dal 4,8% al 3,7% in valori assoluti

3) nell'ultimo [8] si confrontava placebo con rosuvastatina associata a candesartan/idroclorotiazide: l'associazione ha ridotto l'endpoint primario, rispetto al placebo, dal 5% al 3,6%.


La mortalità totale non differiva tra i vari gruppi di trattamento e il placebo.


Che dire?

A parere di chi scrive lo studio aggunge poco a quanto già noto ed evidenziato da varie metanalisi sulle statine in prevenzione primaria, tra cui quelle della Cochrane Collaboration e del Cholesterol Treatment Trialists’ (CTT) Collaborators che abbiamo recensito in precedenza [vedi biliografia]. 

In sintesi possiamo dire quanto segue:

1) Le statine riducono gli eventi cardiovascolari in prevenzione primaria anche in soggetti a rischio intermedio. L'NNT è in linea con quello degli studi precedenti: secondo l'HOPE-3 è necessario trattare circa 90 pazienti per 5 anni per evitare un evento cardiovascolare.

2) Il trattamento antipertensivo riduce gli eventi cardiovascolari in soggetti con valori di pressione sistolica superiori a 140 mmHg (nello studio HOPE-3 per valori superiori a 143 mmHg). Apparentemente questo dato contrasta con i risultati dello studio SPRINT [9], tuttavia va considetrato che il paragone è difficile in quanto nello studio SPRINT era arruolata una popolazione a rischio cardiovascolare elevato e il trattamento antipertensivo era più aggressivo.
In conclusione, per quanto riguarda il trattamento antipertensivo, lo studio HOPE-3 supporta le raccomandazioni delle attuali linee guida circa il target del trattamento, fissato generalmente a 140 mmHg.



Renato Rossi


Bibliografia 


1. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=6047

2. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=5999

3. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=5952

4. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=5752

5. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=5502

6. Lonn EM et al. Blood-pressure lowering in intermediate-risk persons without cardiovascular disease. N Engl J Med. Pubblicato online il 2 aprile 2016.

7. Yusuf S et al. Cholesterol lowering in intermediate-risk persons without cardiovascular disease. N Engl J Med. Pubblicato online il 2 aprile 2016.

8. Yusuf S et al. Blood-pressure and cholesterol lowering in persons without cardiovascular disease. N Engl J Med. Pubblicato online il 2 aprile 2016.

9. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=6436

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.50 Secondi