Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 13 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterą di accedere ai servizi del sito.


 
Neuropatia diabetica: quali farmaci?
Pubblicato da dzamperini in data
Medicina Clinica


Secondo una revisione sistematica della letteratura vari farmaci sono efficaci nel ridurre il dolore della neuropatia diabetica, ma sarebbero necessari ulteriori studi per valutarne l'utilità nel lungo periodo.


 La neuropatia diabetica periferica comporta spesso una sintomatologia dolorosa di difficile trattamento e che impatta profondamente sulla qualità di vita del paziente.

Le linee guida pubblicate nel 2011 da parte di alcune Società Scientifiche americane (tra cui 
l' American Academy of Neurology), dopo un'estesa revisione della letteratura, suggerivano l'uso di alcuni farmaci per il trattamento del dolore da neuropatia diabetica periferica [1].

In particolare queste linee guida assegnavano il "livello A" (vale a dire un livello basato su almeno due RCT di qualità elevata) al pregabalin e il "livello B" (livello basato su RCT di qualità minore) ad altri farmaci (antidepressivi, anticonvulsivanti, oppioidi).

Tuttavia le linee guida auspicavano la realizzazione di RCT di paragone tra i vari farmaci per poter più compiutamente delineare e valutare la loro efficacia.

Neurology pubblica ora, su questo stesso argomento, una revisione sistematica della lettertura [2] che ha preso in considerazione gli studi pubblicati fino al maggio 2016.

La revisione suggerisce che vari farmaci sono più efficaci del placebo nel ridurre il dolore associato alla neuropatia diabetica. 

Per duloxetina e venlaflaxina la qualità delle prove viene giudicata moderata, mentre per altri trattamenti (pregabalin, oxcarbazepina, antidepressivi triciclici, oppioidi atipici e tossina botulinica) la qualità delle prove viene giudicata minore.
Non è stato possibile trarre conclusioni affidabili circa la qualità di vita dei pazienti trattati in quanto i report di questo outcome erano incompleti.
Gli autori lamentano inoltre che gli studi esaminati erano di durata breve (inferiore ai 6 mesi).

Che dire?

Nonostante quest'ultima revisione non è ancora chiaro quale sia il trattamento ottimale del dolore associato alla neuropatia diabetica. Il medico rischia di trovarsi confuso di fronte a conclusioni in parte divergenti. Per esempio le linee guida del 2011 considerano le prove a favore dell'efficacia del pregabalin di buona qualità, quest'ultima revisione le considera di qualità minore.
Inoltre il fatto che gli studi abbiano avuto una durata breve non permette di valutare l'efficacia dei vari trattamenti disponibili nel lungo periodo. Considerato che il paziente con dolore da neuropatia diabetica va trattato anche per anni si tratta di un vuoto di conoscenza che andrebbe colmato.

Un'ultima considerazione pratica: spesso il singolo paziente risponde ai vari farmaci in modo diverso da quanto ci si aspetterebbe dai risultati degli studi e il trattamento più efficace può essere stabilito solo dopo alcuni tentativi infruttosi. Per fortuna il ventaglio delle opzioni disponibili è abbastanza ampio. Come sempre, nella scelta del trattamento, andranno considerate le solite variabili, per esempio presenza di specifiche controindicazioni e di effetti collaterali. 



Renato Rossi



Bibliografia


1. Bril V et al. Evidence-based guideline: Treatment of painful diabetic neuropathy. Report of the American Academy of Neurology, the American Association of Neuromuscular and Electrodiagnostic Medicine, and the American Academy of Physical Medicine and Rehabilitation. 
Neurology May 17, 2011 vol. 76 no. 20 1758-1765.

2. Waldfogel JM et al. Pharmacotherapy for diabetic peripheral neuropathy pain and quality of life
A systematic review. Neurology. Pubblicato online il 24 marzo 2017.

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.52 Secondi