Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Pannello utente
· Amministrazione


Who's Online
In questo momento ci sono, 29 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Vuoi accedere ai servizi del sito Scienza E Professione? Registrati Qui


Login
Nickname

Password

Se vuoi diventare un utente del sito puoi iscriverti Cliccando Qui. L'iscrizione permetterą di accedere ai servizi del sito.


 
Budesonide per la COVID-19
Pubblicato da dzamperini in data 08/10/2021 00:00
Medicina Clinica


Due studi hanno valutato l'utilità della budesonide per via inalatoria in pazienti con COVID-19 ambulatoriali.




Poichè è stato che nei pazienti ricoverati hanno riscontrato per COVID-19 vi erano soggetti affetti da malattie in corso si è ipotizzato che nei pazienti ricoverati in questi casi avere un effetto positivo.

Pertanto è stato disegnato uno studio in aperto denominato STOIC (Steroidi in COVID-19) in cui sono stati arruolati 146 soggetti con infezione lievi trattati, entro 7 giorni dall'inizio dei sintomi, con budesonide per via inalatoria (400 µg x 2/die ) oppure terapia abituale [1].
L'endpoint primario era rappresentato dalla necessità di visite urgenti, comprese le visite in pronto Soccorso ei ricoveri.
Questo endpoint si è verificato nell'1% del gruppo trattato con budesonide e nel 14% del gruppo di controllo (p = 0,004). Il numero di soggetti da trattare per evitare un peggioramento dell'infezione è di 8.

Quasi contemporaneamente è stato pubblicato lo studio PRICIPLE [2] in cui sono stati reclutati pazienti non ricoverati con sospetta COVID-19 ad alto rischio: età >/= 65 anni oppure con più di 50 anni ma con comorbilità. I partecipanti sono stati trattati con budesonide (800 µg x 2 /die) oppure terapia usuale e seguiti per 28 giorni.
L'endpoint primario era il tempo di recupero (autoriferito dal paziente), il ricovero in ospedale oppure il decesso a 28 giorni.
In totale sono stati reclutati 4700 pazienti: 1073 trattati con budesonide, 1988 con terapia standard e 1639 con altre terapie.
L'analisi primaria include 2530 soggetti positivi per SARS-CoV-2 con 787 nel gruppo budesonide, 1069 nel gruppo terapia standard e 974 nel gruppo altre terapie.
Si è evidenziato che la budesonide riduce il tempo di guarigione di poco meno di 3 giorni.
I ricoveri ei decessi furono meno frequenti nel gruppo trattato con budesonide: 6,8% versus 8,8%, anche se il risultato non era statisticamente significativo (OR 0,75; IC95% 0,55-1,03).

Presi nel loro insieme i dati dei due studi suggeriscono che la budesonide per via inalatoria può essere utile nei soggetti con COVID-19 non ricoverati, soprattutto se ad alto rischio di aggravamento. Può essere che oltre che abbreviare il tempo di guarigione la budesonide riduca anche il rischio di ricovero e di decesso anche se formalmente lo studio PRINCIPLE non lo ha dimostrato.
Ovviamente saranno necessari ulteriori studi, tuttavia la budesonide è un farmaco da lungo tempo in uso e di solito ben tollerato. In attesa di nuovi sviluppi potrebbe essere un'arma da usare nel territorio.


Renato Rossi



Bibliografia

1. Ramakrishnan S et al. Budesonide inalatoria nel trattamento del COVID-19 precoce (STOIC): uno studio di fase 2 in aperto, randomizzato e controllato. Lancet Respir Med 2021 Lug; 9 7:763-772.

3. YuLM et al. Budesonide inalato per COVID-19 in persone ad alto rischio di complicanze nella comunità nel Regno Unito (PRICIPLE): uno studio su piattaforma adattiva randomizzato, controllato, in aperto. Lancet 2021 fa 10.

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.57 Secondi