Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale



Mezzo secolo di professione Medica.

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Amministrazione


 
Sardine per il diabete
Pubblicato da dzamperini in data 18/02/2022 00:00
Medicina Clinica



Le sardine in scatola conservate potrebbero migliorare il rischio di comparsa del diabete negli anziani con prediabete.


Uno studio randomizzato e controllato ha valutato l'efficacia delle sardine in scatola conservate in olio d'oliva nella riduzione del rischio di comparsa di diabete in soggetti anziani con prediabete.

Sono stati arruolati 152 soggetti (età > 65 anni) che avevano una glicemia basale compresa tra 100 e 124 mg/dl. I partecipanti sono stati suddivisi in due gruppi a cui è stato prescritto un programma nutrizionale per la riduzione del rischio di comparsa di diabete. Ad un gruppo, inoltre, è stata prescritta l'assunzione di 200 mg di sardine in scatola conservate in olio d'oliva (100 mg per due volte alla settimana). Le sardine doveva essere consumate intere, senza scartare la lisca.

Dopo un anno i soggetti classificati ad alto rischio di sviluppo di diabete passarono, nel gruppo che doveva consumare sardine, dal 37% al baseline all'8%. Nel gruppo controllo si ebbe una riduzione molto più modesta (dal 27% al 22%).

Un diabete si sviluppò nel 2,7% del gruppo sardine e nel 5,2% del gruppo controllo.
Il consumo di sardine aumentava il colesterolo HDL, riduceva i trigliceridi, l'insulinoresistenza e la pressione arteriosa.

Anche se si tratta di un piccolo studio che non ha valutato end-point hard possiamo dire che il consumo di sardine può essere tranquillamente consigliato come parte di una dieta salutare. Si tratta di un alimento facilmente reperibile in tutti i negozi e supermercati ed economico. I benefici osservati con il consumo di sardine possono derivare sia dagli acidi omega 3 di cui sono ricchi questi pesci sia dal consumo di olio d'oliva con cui vengono conservate le sardine. Inoltre le sardine contengono taurina che ha proprietà ipoglicemizzanti, antiossidanti e antinfiammatorie.


Renato Rossi


Bibliografia

1. Diaz-Rizzolo DA et al. Effetti preventivi del diabete di tipo 2 con una dieta arricchita di sardine di 12 mesi nella popolazione anziana con prediabete: un percorso interventistico, randomizzato e controllato. Nutrizione clinica. 2021 marzo 17; 40:2587-98.

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.31 Secondi