Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Amministrazione


 
Colon irritabile: dieta o antispastici?
Pubblicato da dzamperini in data 26/09/2022 00:00
Medicina Clinica



Una dieta a basso contenuto di FODMAP si è dimostrata efficace nel ridurre i sintomi del colon irritabile.


Nel colon irritabile di solito si prescrive una terapia con antispastici. È possibile però ricorrere anche alla dieta FODMAP.
Si tratta di una dieta caratterizzata da un basso contenuto di FODMAP (Fermentable Oligo-saccharides, Disaccharides, Mono-saccharides and Polyols). 

I FODMAP sono alimenti ricchi di carboidrati che, una volta digeriti, rimangono nell’intestino, fermentano e richiamano acqua (mango, anguria, susine, pesche, mele, pere, asparagi, cipolla, aglio, barbabietole, sedano, cavolo-verza, ecc.).

In uno studio [1] effettuato nell’ambito della medicina primaria sono stati reclutati 459 pazienti con colon irritabile trattati con dieta a basso contenuto di FODMAP oppure con ottolinio bromuro (3 volte al giorno). Il follow-up è stato di 8 settimane.
La dieta a basso contenuto di FODAMP si è dimostrata superiore all’antispastico nel migliorare i sintomi del colon irritabile.
Gli autori concludono che questo tipo di dieta dovrebbe essere una scelta di prima linea.

Tuttavia va considerato che una dieta prolungata a basso contenuto di FODMAP può portare ad alterazioni del microbiota intestinale per cui è consigliabile non protrarla a lungo e tentare la reintroduzione graduale di questi alimenti dopo alcune settimane che i sintomi sono migliorati.

Renato Rossi

Bibliografia

1. Carbone F et al.. Diet or medication in primary care
patients with IBS: the DOMINO study - a randomised trial supported by the Belgian Health Knowledge Centre. (KCE Trials Programme) and the Rome Foundation Research Institute. Gut. 2022 Apr 28:gutjnl-2021-325821. doi:
10.1136/gutjnl-2021-325821.

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.46 Secondi