Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale

Noi aderiamo ai principi HONcode.Verify here  .

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Amministrazione


 
Rottura del tendine di Achille: chirurgia o terapia conservativa?
Pubblicato da dzamperini in data 08/11/2022 00:00
Medicina Clinica



Nella rottura del tendine di Achille non vi sono differenze a 12 mesi tra approccio chirurgico e conservativo, ma quest’ultimo è gravato da un maggior rischio di nuova rottura


La rottura del tendine di Achille può essere trattata con una terapia conservativa oppure con chirurgia (riparazione a cielo aperto oppure con tecnica mininvasiva).
Per stabilire quale opzione sia più efficace sono stati reclutati 554 pazienti randomizzati a terapia conservativa, chirurgia tradizionale oppure approccio mininvasivo.

L’endpoint primario è stato valutato a 12 mesi di distanza e consisteva nella determinazione dell’Achille’s tendon Total Ropture score. Il punteggio poteva andare da 0 a 100 (più è alto il punteggio e migliore è lo stato clinico).

Questo endpoint non differiva tra i tre gruppi. I sintomi e la performance fisica era simili nei tre gruppi.
Tuttavia una nuova rottura del tendine si verificò nel 6,2% del gruppo trattato con terapia conservativa contro lo 0,6% degli altri due gruppi. Lesioni nervose sono state registrate nel 5,2% del gruppo trattato con approccio mininvasivo, nel 2,8% del gruppo trattato con chirurgia tradizionale e nello 0,6% del gruppo trattato con terapia conservativa.

Anche altri studi, con minore casistica, avevano riscontrato risultati simili.
Tuttavia quello recensito in questa pillola suggerisce che l’approccio conservativo espone il paziente a un maggior rischio di nuova rottura. Anche se in percentuale (6,2%) il rischio può sembrare piccolo, di questo va informato il paziente.
La scelta chirurgica sembra quindi quella preferibile, ma va considerato, , che, soprattutto quella con tecnica tradizionale, espone a un maggior rischio di lesioni nervose.


Renato Rossi


Bibliografia

1. Myhrvold SB, Brouwer EF, Andresen TKM, Rydevik K, Amundsen M, Grün W, Butt F, Valberg M, Ulstein S, Hoelsbrekken SE. Nonoperative or Surgical Treatment of Acute Achilles' Tendon Rupture. N Engl J Med. 2022 Apr 14;386(15):1409-1420. doi: 10.1056/NEJMoa2108447. PMID: 35417636.

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.46 Secondi