Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale



Mezzo secolo di professione Medica.

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Amministrazione


 
Uno strano caso di perdita di coscienza
Pubblicato da dzamperini in data 22/05/2023 00:00
Medicina Clinica


Non sempre cause vascolari o neurologiche, a volte e' utile indare piu' a fondo... 


Maria è una signora di 74 anni vedova, che vive sola vicino alla famiglia del figlio. È obesa, ipertesa, diabetica in terapia dietetica e presenta edemi agli arti inferiori da insufficienza venosa e da ipomobilità. 
È in terapia con furosemide e spironolattone per la ipertensione e gli edemi, e con esomeprazolo per il reflusso gastroesofageo cronico. Da mesi lamenta astenia marcata e riferisce frequenti aritmie: l’ Ecg tuttavia segnala solo un numero moderato di extrasistoli sopraventricolari e ventricolari. Gli esami ematochimici evidenziano una modesta ipoglicemia (146mg) ipercolesterolemia (239 mg) ipertrigliceridemia (194mg) mentre emocromo, transaminasi, sodio, potassio, cloro e TSH risultano normali.

Una domenica sera al termine di una cena con i familiari dove aveva mangiato e bevuto più di quanto fosse abituata, perde conoscenza nella toilette e cade procurandosi un trauma cranico con ferita lacero contusa al cuoio capelluto e piccola lesione linguale. 
In pronto soccorso un ECG evidenzia una fibrillazione atriale ed una TAC al cranio rileva una ischemia cerebrale cronica : nel successivo ricovero in reparto di geriatria si ipotizza pertanto una causa cardiovascolare e si instaura terapia anticoagulante.
Al terzo giorno di ricovero la paziente tuttavia presenta una crisi convulsiva prolungata; i medici decidono di rivalutare approfonditamente la situazione: probabilmente anche la precedente perdita di coscienza era secondaria ad una crisi convulsiva e, visto che le indagini effettuate non erano dirimenti,andavano ricercate altre cause.

La risposta non tardò a giungere: il magnesio ematico risultava di appena 1,1 mg per decilitro (valori normali 1,7- 2,6 mg per decilitro). Si iniziò quindi tempestivamente una infusione endovenosa di magnesio. 

Le condizioni generali della paziente migliorarono e nell'arco di 24 ore anche la fibrillazione atriale scomparve. La carenza cronica di magnesio, legata a scarsa introduzione (restrizioni alimentari conseguenti a dentatura rarefatta), al diabete, alla terapia diuretica ed a quella con inibitori di pompa protonica che frequentemente determinano ipomagnesemia, si è dapprima manifestata con astenia, quindi con aritmie cardiache ed ai livelli più bassi di magnesio con uno o più probabilmente due episodi convulsivi.


Commento

Il caso clinico presentato è interessante per diversi motivi :anzitutto la ipomagnesemia è un evento relativamente frequente specie negli anziani.
Secondo Harrison:Principi di medicina interna XV° Ediz. il deficit di magnesio è piuttosto comune nei soggetti fragili: circa il 10% dei soggetti ricoverati in ospedale presenterebbe ipomagnesiemia, ma tale percentuale salirebbe al 65% dei soggetti in condizioni di salute precarie quali quelli ricoverati nelle terapie intensive. Secondo più recenti acquisizioni gli stati di ipomagnesemia sono ulteriormente aumentati in seguito alle frequenti terapie croniche con gli inibitori di pompa protonica(1,2).

I fattori predisponenti più frequenti sono:
1) scarsa introduzione di magnesio spesso legata a problemi di dentizione (gli alimenti più ricchi sono infatti crusca, mandorle, fagiolini, arachidi, noci e mais.
2) aumentata perdita per diarrea o malassorbimento intestinale o malattie renali quali la sindrome di Bartter
3) sindromi ipercalcemiche che comportano anche una aumentata escrizione urinaria di magnesio
4) malattie endocrino metaboliche (diabete, ipertiroidismo, iperparatiroidismo )
5 ) assunzione prolungata di sostanze quali alcol o di farmaci quali in particolare diuretici ed inibitori di pompa protonica.


Nel nostro caso vi erano evidentemente più fattori di rischio per una ipomagnesemia seria: ridotta introduzione di magnesio, diabete e terapie con diuretici ed inibitori di pompa. I sintomi inizialmente erano aspecifici come solitamente avviene per deficit di magnesio di moderata entità.

La comparsa di aritmie e l'episodio di perdita di coscienza (verosimilmente un episodio convulsivo) furono dapprima correlati a problemi cardiocircolatori: diagnosi sicuramente plausibile ma non certamente frutto di un approfondito ragionamento clinico.
La sorte aiutò i medici nella diagnosi; dato che la prima crisi convulsiva era sfuggita, il “corpo della signora Maria” inviò un altro più chiaro segnale: un' altra crisi convulsiva più forte e prolungata...

L' orgoglio professionale ed il senso di colpa “…per non averci pensato” stimolo' i medici a dare il meglio di sť: rivalutarono il caso, formularono varie ipotesi e giunsero alla diagnosi corretta.

L'insegnamento metodologico che possiamo trarre da questo caso clinico è che anche in medicina come in tutte le discipline scientifiche il dubbio sistematico ( è davvero questa la diagnosi?) e la sistematica valutazione di ipotesi alternative (cos'altro potrebbe essere?) possono evitarci pericolosi errori e guidarci alla ricerca della verità...

Riccardo De Gobbi

Riferimenti:
1)Kieboom BC et al Proton Pump Inhibitors and Hypomagnesemia in the General Population: A Population-Based Cohort Study Am J Kidney Dis. 2015 Jun 26. pii: S0272-6386(15)00836-7
2) http://farmacovigilanzasardegna.it/2016/06/20/inibitori-della-pompa-protonica-e-rischio-di-ipomagnesiemia/


Collecchia G, De Gobbi R, Fassina R,Ressa G, Renato L Rossi: La Diagnosi Ritrovata Il Pensiero Scientifico Ed. Roma 2021
http://pensiero.it/catalogo/libri/professionisti/la-diagnosi-ritrovata

Rossi R.L.: Metodologia clinica. Una guida pratica Kataweb Edit. 2023
http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/medicina-e-salute/644007/metodologia-clinica

Per approfondire la diagnostica di Laboratorio:
Carraro Paolo, Carraro Stefano, Collecchia Giampaolo, Riccardo De Gobbi et Al.:Intepretazione clinica degli esami di laboratorio Il Pensiero Scientifico Edit. Roma 2022
http://pensiero.it/catalogo/libri/professionisti/interpretazione-clinica-degli-esami-di-laboratorio

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.51 Secondi