Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale



Mezzo secolo di professione Medica.

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Amministrazione


 
CHESTLINK: per una diagnosi automatica digitale
Pubblicato da dzamperini in data 25/07/2023 00:00
Medicina Clinica


Un meccanismo digitale per diagnosi radiologia automatica


Nella scorsa primavera la Unione Europea ha autorizzato il primo strumento di diagnostica digitale delle immagini radiologiche completamente autonomo, in grado di supportare lo specialista radiologo ed in futuro forse anche di sostituirlo…

ChestLink ( questo è il nome del dispositivo), grazie ad un sistema evoluto di lettura delle immagini ed a reti neurali di interpretazione, è in grado di distinguere con alta precisione le immagini normali da quelle patologiche e quindi di svolgere un lavoro quanto mai prezioso di supporto degli specialisti.

Secondo i dati forniti dalla ditta produttrice e validati dagli organi europei il dispositivo sarebbe stato testato su 500.000 immagini radiologiche toraciche di pazienti reali in vari reparti radiologici europei. Nella versione autorizzata dalla Unione Europea per ciò che concerne la diagnosi toracica ha una precisione ed una accuratezza non inferiore a quella dei radiologi esperti, rispetto ai quali tuttavia ChestLink è molto più veloce ed è in grado di lavorare in maniera continua fintanto che “funzionano corrente elettrica e sistemi di raffreddamento…”.

Secondo la documentazione disponibile il dispositivo è in grado di riconoscere i 75 più comuni reperti radiologici toracici ( dalle anomalie aortiche alla pericardite, dal versamento pleurico alla sarcoidosi, ai sospetti tumori eccetera) individuando così almeno il 90% delle alterazioni patologiche. Per queste prestazioni gli enti regolatori europei hanno classificato ChestLink “Class IIb health device” ovvero la medesima classe nella quale vengono classificati dispositivi di buona qualità ad esempio usati nelle terapie intensive (1).

Quale ruolo per Chestlink nel percorso diagnostico?

I dati presentati dalla ditta produttrice sono confortanti: il dispositivo è stato approvato dalla Unione Europea per la RX al torace ma vi sono dati molto interessanti anche per la diagnostica addominale e mammaria. Un dato certo è che ChestLink è in grado di individuare con alta precisione tutti i radiogrammi normali e di identificare la larghissima parte delle alterazioni patologiche anche se non ancora di diagnosticarle con assoluta precisione. Non vi sono infatti dati precisi sulla validità della diagnostica differenziale da parte del dispositivo ma per correttezza va ricordato come anche radiologi molto esperti si limitano spesso a suggerire approfondimenti diagnostici fornendo descrizione morfologiche senza avventurarsi in ipotesi diagnostiche…

CONCLUDENDO Considerato che non risultano ad oggi pubblicati studi indipendenti con adeguata numerosità che confrontino la diagnostica di ChestLink con quella di radiologi a vari livelli di qualificazione appare ragionevole la collocazione proposta dalla ditta produttrice: Chest Link ha dimostrato di essere un ottimo dispositivo di primo approccio alla diagnostica toracica ed un prezioso supporto qualora il radiologo abbia difficoltà interpretative.
In altre parole un primo livello diagnostico potrebbe anche essere affidato interamente al dispositivo che individuerebbe tutte le radiografie normali, mentre per quelle non ritenute normali il radiologo dovrebbe potenzialmente rivalutare tutte le ipotesi formulate da ChestLink…



Riccardo De Gobbi e Giampaolo Collecchia



Bibliografia
1)http://extremetech.com/extreme/333771-eu-approves-first-ai-for-analyzing-x-rays-automatically

Per Approfondire:
Collecchia G. De Gobbi R.: Intelligenza Artificiale e Medicina Digitale. Una guida critica. Il Pensiero Scientifico Ed. Roma 2020
http://pensiero.it/catalogo/libri/pubblico/intelligenza-artificiale-e-medicina-digitale

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.40 Secondi