Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale



Mezzo secolo di professione Medica.

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Amministrazione


 
Allopurinolo nella cirrosi epatica
Pubblicato da dzamperini in data 18/02/2024 00:00
Medicina Clinica


 

In un piccolo studio durato 6 mesi l’allopurinolo ha ridotto le complicanze in pazienti con cirrosi scompensata.


Le complicanze della cirrosi epatica sono potenzialmente fatali: ipertensione portale con emorragia da rottura di varici esofagee, ascite e insufficienza epatica, encefalopatia porto-sistemica, ipertensione porto-polmonare e scompenso cardiaco, manifestazioni emorragiche da anomalie della coagulazione, sindrome epatorenale. 

Le opzioni terapeutiche sono poche. Per esempio per prevenire le emorragie da varici esofagee si può ricorrere alla legatura endoscopica o ai betabloccanti non selettivi. Lo shunt intraepatico portosistemico viene praticato in alcuni casi ma è controindicato nei casi più gravi, con encefalopatia porto-sistemica, ipertensione polmonare e scompenso cardiaco.

In uno studio controllato contro placebo [1] è stata valutata la capacità dell’allopurinolo di ridurre il rischio di complicanze in 100 pazienti con cirrosi epatica scompensata. L’allopurinolo è stato usato alla dose di 300 mg/die per 6 mesi.
L’endpoint primario era la comparsa di complicanze: ascite grave, peritonite batterica, sanguinamento da varici, sindrome epatorenale ed encefalopatia.

Si è visto che l’allopurinolo, rispetto al placebo, riduce il rischio dell’endpoint primario del 56% in termini relativi. In particolare la riduzione era del 67% per l’ascite, del 75% per la peritonite batterica, dell’80% per la sindrome epatorenale.

Gli autori ipotizzano che l’efficacia del farmaco sia dovuta alla capacità di ridurre le infezioni e la flogosi e concludono che l’allopurinolo potrebbe diventare una terapia promettente per prevenire le complicanze della cirrosi.

Ovviamente saranno necessari ulteriori studi con casistica più ampia e di maggiore durata a conferma di questi risultati positivi. Si tratterebbe comunque di una buona notizia considerato anche che l’allopurinolo è un farmaco economico e usato da molti anni, il cui profilo è ben noto.


Renato Rossi


Bibliografia

1. Glal KAM, El-Haggar SM, Abd-Elsalam SM, Mostafa TM. Allopurinol Prevents Cirrhosis-Related Complications: A Quadruple Blind Placebo-Controlled Trial. Am J Med. 2023 Oct 11:S0002-9343(23)00607-1. doi: 10.1016/j.amjmed.2023.09.016. Epub ahead of print. PMID: 37832758.

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.43 Secondi