Responsabile: 
Daniele Zamperini 
O.M. Roma 19738 -
O. d. G. Lazio e Molise 073422  
daniele.zamperini@gmail.com
 
 
I Principi di questo sito 
Ordine_medici_padova.gif (3418 byte)
Patrocinato da O.M. della Provincia di Padova
Scienza e Professione
Portale Telematico di informazione scientifica e professionale



Mezzo secolo di professione Medica.

Medicina, Biologia, Psicologia, Normativa e Scienze Varie: tutto cio' che fa cultura - Sito Gratuito - Gestore Daniele Zamperini - P.IVA: 01743690586

Modules
· Home
· Archivio Generale
· Ultimi Articoli per Argomento
· Utilità scaricabili
· FAQ - Cosa faccio se...?
· Cerca in Archivio
· Archivio Cronologico
· Web Links
· Amministrazione


 
Mirtillo rosso utile nelle infezioni urinarie
Pubblicato da dzamperini in data 21/06/2024 00:00
Medicina Clinica


Una revisione sistematica conferma l’efficacia del mirtillo rosso nel ridurre il rischio di recidiva di infezione delle basse vie urinarie.


Le infezioni delle basse vie urinarie sono una patologia frequente che colpisce almeno una volta nella vita circa il 50% delle donne ed è caratterizzata da un alto tasso di recidiva, anche dopo la guarigione colturale. 
Nelle pazienti con recidive frequenti spesso si prescrive un ciclo a lungo termine di antibiotici, ma questo può portare allo sviluppo di germi resistenti. 
Da qui l’interesse per terapie preventive alternative. Da anni i preparati a base di mirtillo rosso vengono usati a questo scopo. Ora una revisione sistematica della letteratura [1] ha aggiornato le prove a favore di questo intervento. In tutto sono stati analizzati 50 studi in cui i preparati a base di mirtillo rosso sono stati confrontati con il placebo.

Vi sono prove di certezza moderata che il mirtillo rosso riduce il rischio di recidive nel 26% dei casi di donne con forme ricorrenti, nel 56% dei casi di bambini e nel 53% dei pazienti con fattori favorenti dovuti, per esempio, a interventi chirurgici.

Il mirtillo rosso non sembra invece efficace nelle donne in gravidanza, nei pazienti istituzionalizzati e negli adulti che presentano svuotamento incompleto della vescica a causa di una disfunzione neuromuscolare.

La revisione non ha potuto dimostrare se vi sia un’efficacia diversa tra le varie preparazioni a base di mirtillo rosso.
L’efficacia di questi preparati è dovuta essenzialmente alla capacità di ridurre l’adesione dei batteri (principalmente dell’E. Coli) alle cellule uroteliali che rivestono la parete della vescica e dell’uretra.

In definitiva si può concludere che nelle donne con infezioni ricorrenti delle basse vie urinarie non complicate la prescrizione di un preparato a base di mirtillo rosso è ragionevole e basata su prove di letteratura.


Renato Rossi


Bibliografia

1. Williams G, Hahn D, Stephens JH, Craig JC, Hodson EM. Cranberries for preventing urinary tract infections. Cochrane Database Syst Rev. 2023 Apr 17;4(4):CD001321. doi: 10.1002/14651858.CD001321.pub6. Update in: Cochrane Database Syst Rev. 2023 Nov 10;11:CD001321. PMID: 37068952; PMCID:

 
Links Correlati
· Inoltre Medicina Clinica
· News by dzamperini


Articolo più letto relativo a Medicina Clinica:
Quando ripetere una colonscopia, se negativa?



Valuta Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Per favore, prenditi qualche secondo e vota questo articolo:

Eccellente
Molto buono
Buono
Nella media
Pessimo



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile



Argomenti Associati

Medicina Clinica

Sito gestito e diretto da Daniele Zamperini, Roma, Medico e Giornalista-Pubblicista - Ultima modifica strutturale della pagina: 30/09/2012 - I singoli articoli riportano la data della loro pubblicazione
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.45 Secondi